Ambystoma mexicanum

Ambystoma Mexicanum

0
(0)

 

Ambystoma Mexicanum (Axoloti)

Ambystoma Mexicanum (Axoloti)

Ambystoma Mexicanum (Axoloti)

Per quello che mi riguarda l’Axolotl scientificamente chiamato Ambystoma Mexicanum è uno degli anfibi più strani e affascinanti che la natura abbia mai creato.

Se pur un’anfibio quest’essere è molto speciale è presenta caratteristiche che nessun altro della sua famiglia possiede, motivo per cui molti scienziati ne studiano con rigore le particolarità biologiche.

Il suo habitat naturale è il Messico e più precisamente vive solo ed esclusivamente nel lago Xolchimico perennemente in acqua .

Caratteristiche

Può raggiungere i 25/30 cm di lunghezza e una vita di 15/20 anni di vita. Come detto prima è un’anfibio molto particolare, direi primordiale, infatti lui non fa metamorfosi rimanendo per tutta la vita in acqua   a differenza di tutti gli altri anfibi ( causa anomalia genetica) che la fanno  per adattarsi alla vita terrestre e respirare aria per mezzo di polmoni.

Ambystoma Mexicanum albino

Ambystoma Mexicanum albino

Praticamente l’Axolotl nasce e vive in acqua fino alla morte, non fa metamorfosi ed è come se restasse eternamente un’animale allo stato giovanile, un eterno bambino in stile Peter Pan.

L’Ambystoma mexicanum si trova almeno per quanto se ne sa, soltanto nel Messico centrale  nelle acque del lago Xochimilco e nelle sue vicinanze le paludi di Chalco. (un tempo anche nei laghi Texcoco e Zumpango ma ormai letteralmente scomparso, per cui si può già cominciare a pensarlo come una specie in via d’estinzione).

L’Axolotl è pur sempre considerato una salamandra (o tritone), infatti morfologicamente è dotato di arti e coda per nuotare tranquillamente.

Nella parte posteriore della testa presenta degli evidenti barbigli o ciuffi che gli servono come apparato branchiale, è un’animale molto vorace che preda di notte vermi e piccoli pesci. (In cattività può essere alimentato con larve di zanzara).

Ambystoma Mexicanum albino

Ambystoma Mexicanum albino

La caratteristica che più mi affascina di questo splendido animale è la capacità di rigenerare gli arti, inoltre hanno un’incredibile capacità di guarigione al punto che dopo ogni ferita non rimangono nemmeno le cicatrici.

Da recenti studi inoltre si è scoperto che riescono a rigenerare parti vitali come quelle del cervello. (solo le parti meno primarie).

web site: BorderlineZ

-

Quanto è stato utile questo post?

Fai clic su una stella per votarla!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Siamo spiacenti che questo post non sia stato utile per te!

Miglioriamo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

condividi questo articolo
Share
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

iscrizione newsletter borderlinez

Tieniti informato iscrivendoti alla nostra Newsletter

Ti informeremo solo per le news riguardanti i nostri articoli

BorderlineZ odia lo spam

ISCRIVITI ADESSO!!!

Share
Share
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x