Sea Watch, finanzieri su Facebook: “Dovevamo sparare a Carola”

Sea Watch, finanzieri su Facebook: “Dovevamo sparare a Carola”

0
(0)
-

autore BorderlineZ, per ulteriori info vai alla pagina  CHI SIAMO


Su gruppo chiuso fb – IL FINANZIERE –  minacce di morte alla comandante Carola Rackete della Sea Watch e ai deputati presenti a bordo.

La Guardia di Finanza ha preso le distanze e ha annunciato di aver presentato un’informativa in Procura. Tria, informato: “Condivido la linea di severità”

banner della pagina fb “Il finanziere”

“Carola Rackete? Dovevamo aprire il fuoco e farla fuori a questa con quelli del Pd”.

A scrivere questo tipo di post i finanzieri di un gruppo Facebook con oltre 16.000 aderenti.

La particolarità del caso stavolta è perchè parliamo di una community frequentata quasi esclusivamente da finanzieri, ex finanzieri e persone legate a quel tipo di militari.

loading...

Il caso è già arrivato sulla scrivania del ministro dell’Economia, Giovanni Tria. Oltre che in Procura.

La pagina Facebook “Il Finanziere“ è gestita da un brigadiere in congedo dal 1996.

A tirare fuori il caso è stata la testata online The Vision, entrata in possesso degli screenshots dei post più violenti.

la pagina facebook si trova a questo indirizzo: clicca qui

web site: BorderlineZ

-

Quanto è stato utile questo post?

Fai clic su una stella per votarla!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Siamo spiacenti che questo post non sia stato utile per te!

Miglioriamo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

condividi questo articolo
Share
BorderlineZ

“Non paragonarmi al Diavolo , lui a differenza di me crede in Dio “ :)

Invia il messaggio

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

iscrizione newsletter borderlinez

Tieniti informato iscrivendoti alla nostra Newsletter

Ti informeremo solo per le news riguardanti i nostri articoli

BorderlineZ odia lo spam

ISCRIVITI ADESSO!!!

Share
Share
error: Contenuto protetto, se vuoi questo articolo scrivi a: [email protected]