Virus di Wuhan, nasce sul web la teoria del complotto, ma la realtà è diversa

5
(2)

In seguito al diffondersi del neocoranavirus 2019-nCoV a Wuhan, in Cina, diversi gruppi e individui stanno diffondendo false voci sui social (in primis Facebook) che riguardano il patogeno misterioso.

virus wuhan

Web Hosting

Numerosi post diffusi sui social affermano che questo virus sia stato “fabbricato” in laboratorio per scopi militari atti a guerre biologiche, addirittura altri affermano  che non solo il virus sia stato prodotto in laboratorio, ma che esiste già un vaccino.

La nuova infezione diciamo che sta conquistando molto velocemente i titoli che girano sui post di famosi social come Facebook o Twitter.

Vi faccio qualche esempio di post falsi che girano al momento:

Il neo coronavirus, è stato creato e brevettato in laboratorio nel 2015 (in sviluppo dal 03).

Il brevetto del virus 2019-nCoV è scaduto il 22, oggi stranamente abbiamo un improvviso scoppio dell’epidemia.

Esiste un vaccino per 2019-nCoV ma lo tengono nascosto.

Il coranavirus 2019-nCoV è stato progettato per gli attacchi biologici etc. etc.

La realtà

Purtroppo la realtà è solo una, non è ancora disponibile un vaccino per il nuovo coronavirus, e non esiste nemmeno un brevetto relativo al nuovo virus.

I coronavirus sono un gruppo di virus che tendono a causare malattie respiratorie negli esseri umani e una varietà di altre malattie negli animali, il nome deriva dall’aspetto simile a una corona quando visti al microscopio.

Come ha spiegato Matthew Frieman, un ricercatore di coronavirus dell’Università del Maryland, un brevetto riguarda la sequenza genetica di un virus.

Ad esempio per la SARS (sindrome respiratoria acuta grave), il suo sequenziamento fu effettuato presso il CDC, in questo caso  è stato depositato il brevetto.

Un’altro caso di brevetto apparentemente correlato riguarda una forma mutata del virus della bronchite infettiva aviaria, o IBV, che infetta il pollame, ma non le persone.

Tale brevetto è stato depositato dal Pirbright Institute, un istituto di ricerca nel Regno Unito la cui missione è prevenire e controllare le malattie virali del bestiame.

Le mutazioni sono state create per attenuare o indebolire il virus, in modo che potesse essere usato come vaccino per proteggere i polli dalla malattia.

Nessuna di queste cose ha a che fare con il nuovo virus 2019-nCoV, le fantomatiche teorie sul neocoranavirus sono chiaramente roba fasulla.

Ciò sta ad indicare che il virus non è stato affatto creato in un laboratorio, brevettato o che ha già un vaccino, e questo fino a prova contraria dimostrabile concretamente.

Le ricerche

I ricercatori tutt’ora stanno ancora lavorando per comprendere l’origine, la diffusione e la gravità di 2019-nCov, l’epidemia è iniziata ai primi di dicembre a Wuhan, una città con circa 11 milioni di persone nella Cina centrale.

Al momento le prove suggeriscono che il virus probabilmente si è diffuso nell’uomo da un animale selvatico, come è accaduto in passato per altri coronavirus come la SARS ( dai pipistrelli ).

Il vaccino

Per quanto riguarda un vaccino, il CDC afferma che si ci sta già lavorando ma logicamente i lavori sono ancora all’inizio del processo.

Si stima che probabilmente si avrà una cura nell’arco di circa tre mesi.

I ricercatori cinesi hanno già condiviso la sequenza del nuovo virus.

web site: BorderlineZ

-

Quanto è stato utile questo post?

Fai clic su una stella per votarla!

Voto medio 5 / 5. Conteggio voti: 2

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Siamo spiacenti che questo post non sia stato utile per te!

Miglioriamo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

condividi questo articolo
Share

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

iscrizione newsletter borderlinez

Tieniti informato iscrivendoti alla nostra Newsletter

Ti informeremo solo per le news riguardanti i nostri articoli

BorderlineZ odia lo spam

ISCRIVITI ADESSO!!!

Share
Share