Le strani luci avvistate a Lubbock

Le strani luci avvistate a Lubbock

-

autore BorderlineZ, per ulteriori info vai alla pagina  CHI SIAMO

Era l’estate del 25 agosto del 1951, a Lubbock ( in Texas ), quella sera, un gruppo di scienziati del Texas Technical College erano nel cortile del professore di geologia Dr. W.I. Robinson, discutendo di micrometeoriti.

Si trattava del professore di ingegneria chimica Dr. A. G. Oberg, il professore di fisica Dr. George e il Dr. W. L. Ducker, capo del dipartimento di ingegneria petrolifera.

luci di lubbock

Le luci di Lubbock – img.dal web

Quello che successe quella notte ha fatto si che la vicenda venga raccontata anche oggi, inoltre dobbiamo considerare che se un gruppo di persone fosse stato scelto a “mano” per osservare un UFO, non si sarebbe potuto scegliere un gruppo migliore e tecnicamente qualificato di suddetti scienziati.

La vicenda delle luci di Lubbock

Erano circa le 21:20, gli scienziati, colleghi all’università, dal giardino videro nel cielo qualcosa di molto strano, dalle dimensioni mediamente grandi.

Si trattava di una formazione a forma di V con una ventina di luci che viravano tra il verde e il blu, per poi scomparire dopo un pò. Gli scienziati rimasero stupiti, in quanto nonostante la loro preparazione scientifica non riuscirono a capire di cosa si trattasse.

Dopo circa un’ora la formazione di luci riapparve ma stavolta era più disconnessa, gli scienziati a questo punto, furono tutti d’accordo nell’aver assistito a qualcosa di molto insolito.

 luci di Lubbock

I professori della Texas Tech che hanno visto le luci di Lubbock

Alcune testimonianze

Gli scienziati quella notte, non furono gli unici testimoni credibili, infatti ad Albuquerque (New Mexico) a circa 350 miglia di distanza da Lubbock, un dipendente di alto livello di sicurezza della top-secret Sandia Corporation della Atomic Energy Commission mentre era seduto fuori con sua moglie videro qualcosa di inaspettato, ecco la sua dichiarazione:

“ Con mia moglie stavano guardando il cielo notturno, e commentavamo del fatto di quanto fosse bello, ma ad un tratto fummo entrambi sorpresi alla vista di un enorme aeroplano che volava veloce e silenzioso sopra la nostra casa casa … sul bordo posteriore delle ali, c’erano da 6 a 8 paia di luci soffuse, incandescenti e bluastre”.

Circa un’ora dopo, dalle dichiarazioni di un allevatore in pensione di Lubbock, vi fu un’altro strano caso di avvistamento, la moglie dell’allevatore aveva visto nel cielo notturno qualcosa di terrificante.

Il capitano dell’Aeronautica Ruppelt descrisse la vicenda dell’allevatore in questo modo:

“ Subito dopo il tramonto, sua moglie era andata fuori a prendere alcune lenzuola dal bucato, mentre lui era dentro casa a leggere il giornale. All’improvviso sua moglie si era precipitata in casa … bianca come le lenzuola che stava rientrando …

… la ragione per cui era così sconvolta fu perchè aveva visto un grande oggetto scivolare veloce e silenzioso sopra la casa con delle coppie di luci bluastre incandescenti ai bordi delle ali… “.

Nota: Quando Ruppelt volò a Lubbock per indagare sugli avvistamenti alla fine di settembre, centinaia di residenti avevano visto le luci per un periodo di circa due settimane.

La gente del posto comincia ad indagare e scattare foto

Luci di Lubbock

Luci di Lubbock – img. dal web

Non tutti aspettarono che il governo iniziasse a esaminare la vicenda, infatti dopo aver avvisato i giornali locali come il Lubbock Avalanche-Journal, i professori della Texas Tech avviarono le proprie indagini informali.

Nelle settimane successive alla loro prima osservazione del 25 agosto, loro e i loro amici osservarono le luci altre 12 volte per poi analizzare alcuni fattori:

  1. Misurarono gli angoli delle luci
  2. Calcolarono approssimativamente la loro velocità
  3. Notarono che viaggiavano sempre da nord a sud
  4. Armati di walkie-talkie, gli scienziati-investigatori e i loro amici formarono due squadre e tentarono di misurare l’altitudine dell’UFO, con scarso successo.

Nel frattempo e anche con il passare dei giorni, sempre più residenti di Lubbock affermarono di aver visto le luci, quando i professori confrontarono questi rapporti con ciò che loro stessi avevano visto e registrato, molti dei fatti coincidevano quasi perfettamente anche se Ruppelt alla fine dichiaro:

“ Naturalmente, pochi o nessuno ha registrato i fenomeni con lo stesso livello di dettaglio dei professori ”.

UFO a parte, non c’è dubbio che qualunque cosa la gente abbia visto a Lubbock, gli avvistamenti furono reali, eventi unici, osservati più volte, da centinaia di persone.

Inoltre, per molti, c’erano prove fisiche come le foto in bianco e nero scattate da una matricola della Texas Tech di nome Carl Hart, Jr.

luci di lubbock

Carl Hart Jr.

Altre dichiarazioni sulle luci di Lubbock

Il 31 agosto, una donna e sua figlia dichiararono di aver visto un UFO mentre guidavano a nord-ovest da Matador, in Texas.

Secondo altre dichiarazioni di Ruppelt abbiamo:

“ In notte abbastanza calda, il suo letto era stato spinto accanto a una finestra aperta … stava guardando il cielo sereno della notte, ed era stato a letto circa mezz’ora, quando vide una formazione di luci apparire a nord attraversare una macchia di cielo aperto e scomparire sopra la sua casa …

… sapendo che le luci potevano riapparire come avevano fatto in passato, afferrò la sua Kodak 35 caricata, e uscì in cortile … in poco tempo, la sua veglia fu premiata quando le luci fecero un secondo passaggio …

… da ciò ottenne due foto, e altre tre dopo il passaggio di una nuova formazione dopo qualche minuto… “.

Queste immagini molto dibattute, mostrano un gruppo di luci soffuse in una formazione a V che si muove attraverso il cielo notturno, sono l’unica rappresentazione visiva di ciò che centinaia di persone affermavano di aver visto.

luci di lubbock

Edward Ruppelt

luci di lubbock

Il capitano Edward Ruppelt, in piedi tra i due uomini seduti, con altri ufficiali della US Air Force in una conferenza stampa del 1952 in cui annunciò la puntata di oltre 200 telecamere nel tentativo di ottenere dati sugli oggetti volanti non identificati riportati da varie parti del nazione.

Le indagini formali di Ruppelt

Quando Ruppelt iniziò la sua indagine formale, scoprì che le luci erano state avvistate da moltissime persone, incluso un vecchio di Lamesa (Texas), questo anziano signore che aveva assistito all’avvistamento delle luci assieme a sua moglie, esso rimase molto colpito e impaurito.

Il vecchio in un secondo momento stranamente suggerì che le luci fossero in realtà uccelli, una teoria a cui Ruppelt avrebbe dato credito.

Il rapporto di Ruppelt

Nel Rapporto sugli oggetti volanti non identificati, Ruppelt, a tutti gli effetti un uomo onesto e leale, che ha supervisionato quella che molti descrivono come “l’epoca d’oro” delle indagini ufficiali sugli UFO del governo, offre una spiegazione stranamente evasiva:

“ Pensavo che le luci dei professori potessero essere una specie di uccelli che riflettevano la luce, ma mi sbagliavo … non erano uccelli, non erano luce rifratta, ma non erano neanche astronavi …

… le luci che i professori hanno visto, sono state identificate positivamente come un fenomeno naturale molto banale e facilmente spiegabile … non posso divulgare esattamente il modo in cui questo fenomeno sia stato provato perchè ho promesso di non rivelarlo … “.

E fu così che il mistero delle luci Lubbock rimase irrisolto.

Documenti riguardanti il caso di Lubbock

luci di lubbock

luci di lubbock

Conclusioni

Come dichiarato dal dott. L. Monroe, archivista della collezione Southwest alla Texas Tech University, alla Texas Highways Magazine i fatti di Lubbock persistono ancora oggi nella memoria di molti cittadini, specialmente quelli più anziani.

Secondo lo stesso Monroe, i professori e gli altri testimoni, stanchi di spiegare gli avvenimenti vissuti hanno cessato di rilasciare interviste negli anni ’70.

In una rara intervista informale, più di 40 anni dopo gli avvistamenti, secondo quanto riferito, Carl Hart, Jr. dichiaro al ricercatore UFO Kevin D. Randle che non aveva ancora idea di cosa avesse fotografato quella piacevole notte di agosto, vide qualcosa che non avrebbe mai dimenticato.


potrebbe interessrti anche:

Le luci nei cieli di Phoenix del 13 marzo 1997

web site: BorderlineZ

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

-
condividi questo articolo
Share
BorderlineZ

“Non paragonarmi al Diavolo , lui a differenza di me crede in Dio “ :)

Invia il messaggio

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Share
Share