Il misterioso Dodecaedro Romano rinvenuto lungo tutto il Territorio dell’Impero

Il misterioso Dodecaedro Romano rinvenuto lungo tutto il Territorio dell’Impero

5
(1)
-

autore BorderlineZ, per ulteriori info vai alla pagina  CHI SIAMO


Il Dodecaedro Romano è un particolare oggetto fatto in pietra o in bronzo, ritrovato spesso in diverse zone ai confini dell’antico Impero Romano.

Dodecaedro Romano

vari tipi di Dodecaedro Romano

Il curioso oggetto, risale a un periodo che va dal II al III secolo d.C, ancora oggi rappresenta un vero e proprio mistero per tutti gli storici e gli archeologi, infatti nessuno fino ad oggi è riuscito a spiegare con certezza la sua particolare funzione.

NOTA: Il dodecaedro geometricamente è una figura molto complessa, fatta di ben 12 facce pentagonali.

Dodecaedro Romano

dodecaedro

Caratteristiche del Dodecaedro Romano

Il manufatto romano aveva la particolarità di presentare delle piccole sfere sui vertici che hanno tutt’oggi una funzione sconosciuta.

loading...

Le dimensioni degli oggetti rinvenuti hanno dimensioni che variano dai 4 agli 11 centimetri, e sono stati ritrovati in:

  • Olanda
  • Belgio
  • Francia
  • Germania,
  • Svizzera
  • Austria etc.

In totale sono stati ritrovati circa 120 dodecaedri, alcuni sono di pregevolissima fattura (alcuni in oro), altri invece sono meno rifiniti.

Non esistono o meglio non sono state trovate fonti letterarie che menzionino il misterioso dodecaedro e la relativa funzione.

Dodecadro Romano

Ipotesi

Le ipotesi riguardo l’utilizzo del decaedro romano sono diverse, ve le riportiamo di seguito:

  • Un candelabro
  • Uno strumento di misurazione per il campo di battaglia
  • Un particolare dado a 12 facce
  • Un oggetto con poteri “magici”Un oggetto per tessere
  • Una vaso per fiori
  • Un gioco per bambini

La teoria più comune è che si tratti di un particolare manufatto utilizzato a specifiche cerimonie religiose, teoria supportata dal fatto che la maggior parte dei dodecaedri furono rinvenuti in siti gallo-romani, in particolare anche all’interno della tomba di una donna.

Un’altra, la più recente, è stata fatta dalla ricercatrice Amelia Carolina Sparavigna, del Politecnico di Torino, che ha spiegato come il dodecaedro potrebbe esser stato un oggetto per misurare le distanze, precisamente un telemetro, utilizzato sui campi di battaglia.

Dodecaedro Romano

Amelia Carolina Sparavigna,Dipartimento di Scienza Applicata e Tecnologia, Politecnico Torino

do

L’ articolo di Amelia Carolina Sparavigna è stato pubblicato pubblicato su Researchgate.


Tutte le immagini di questo articolo sono state prese dal web ai fini illustrativi


web site: BorderlineZ

-

Quanto è stato utile questo post?

Fai clic su una stella per votarla!

Voto medio 5 / 5. Conteggio voti: 1

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Siamo spiacenti che questo post non sia stato utile per te!

Miglioriamo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

condividi questo articolo
Share
BorderlineZ

“Non paragonarmi al Diavolo , lui a differenza di me crede in Dio “ :)

Invia il messaggio

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

iscrizione newsletter borderlinez

Tieniti informato iscrivendoti alla nostra Newsletter

Ti informeremo solo per le news riguardanti i nostri articoli

BorderlineZ odia lo spam

ISCRIVITI ADESSO!!!

Share
Share