Guerra biologica a Wuhan? Ecco perchè potrebbe essere un “prodotto” USA

Guerra biologica a Wuhan? Ecco perchè potrebbe essere un “prodotto” USA

4.9
(9)
-

autore BorderlineZ, per ulteriori info vai alla pagina  CHI SIAMO


Questa è una terribile teoria, prettamente complottistica perchè chiaramente non dimostrabile, che indica il coronavirus (2019-nCoV in seguito COVID-2019) come una guerra biologica per incrinare l’economie della Cina rispetto a quella degli Usa.

Anche se non sei un complottista, come paradosso vedrai che tale teoria anche se non dimostrabile, ha basi che si avvicinano in maniera parallela alla realtà.

Iniziamo la “favola”, a freddo senza se e senza ma, puntiamo subito il dito, la CIA è colpevole di attacco biologico alla Cina e diffusione del coronavirus a Wuhan.

So per esperienza, che già in molti ve la state ridendo, mi sembra anche giusto … ma continuiamo ugualmente con il “romanzo”, perchè chi riuscirà ad avere la pazienza di arrivare fino alla fine di questo articolo, anche se rimarrà scettico, dentro di se rimarrà anche pieno di dubbi.

loading...

Vi ricordate voi scettici quando sbeffeggiavate il coronavirus paragonadolo ad una semplice influenza e poi avete compreso che lo stesso sta uccidendo 200 persone al giorno?

Sono sicuro che molti di voi adesso non ridono più, specialmente se Lombardi o Veneti, coloro che al momento stanno diffondendo il virus a livello autoctono in Italia.

Perchè il Coronavirus è stato progettato dagli Stati Uniti e impiantato a Wuhan?

Il motivo principale è separare e isolare la Cina dal resto del mondo, tra cui la chiusura delle frontiere, il taglio delle catene di approvvigionamento e il reindirizzamento del commercio verso gli USA.

Perchè indebolire la Cina dall’interno, causare conflitti interni, seminare caos e discordia?

Quelli più bravi conoscono la risposta, lo scopo finale è proteggere e ripristinare l’egemonia americana, ma vediamo se siete bravi fino alla fine.

Potenzialmente gli USA vogliono la protezione dell’egemonia del petrodollaro statunitense, contro il crescente Yuan digitale cinese basato su blockchain abilitato a Huawei.

Penso vi ricordiate il primo attacco firmato USA alla nota compagnia di telefonia per tagliare la Cina dal commercio globale e dal commercio internazionale con lo scopo di forzare un cambio di regime economico.

Ma a quanto pare gli USA non ebbero i risultati voluti, Huawei continuo ugualmente a filare dritta come in formula uno.

L’origine del virus a Wuhan risale al 31 ottobre 2019, in modo silenzioso ha covato per circa un mese per poi esplodere a gennaio, con lo scopo di ferire e destabilizzare la Cina dall’interno sotto tutti i punti di vista, economico e psicologico.


Gli Stati Uniti da sempre vogliono reindirizzare la catena di approvvigionamento economico bypassando la Cina e isolandola.

Lo Yuan blockchain digitale abilitato per Huawei è solo una delle cose che poteva rovesciare l’egemonia del petrodollaro statunitense.

L’attacco USA alla Cina

Gli Stati Uniti, incapaci di competere equamente a causa dei propri svantaggi strutturali ed altre carenze rispetto alla Cina, ha deciso di seguire la via di attacco biologico.

Ciò gli permette di nascondersi sotto la copertura della “negabilità plausibile”, è logico capire che tutto ciò rimarrà uno “stupido complotto”, in quanto è difficile se non impossibile, dimostrare che a fronte del nuovo virus misterioso ci siano proprio gli USA.

Gli Stati Uniti non avendo ottenuto quello che desideravano, e molte altre cose come ad esempio le concessioni di Plaza Accord hanno colpito in maniera machiavellica il Governo Cinese, specialmente quando capirono che il presidente Xi Jinping fiutò che la Cina avrebbe fatto progressi negli Stati Uniti immediatamente all’inizio del nuovo decennio.

Perchè proprio Wuhan?

Wuhan è uno dei principali centri cinesi in termini di trasporto e si stima che avrebbe contribuito ad una crescita dell’8% del PIL nel 2020.

Un tempismo perfetto attaccarla proprio prima del capodanno lunare cinese, noto come il più grande evento annuale sulla migrazione umana, durante un periodo in cui lo shopping, la spesa e l’attività dei consumismi sarebbe stata al culmine.

C’è anche da considerare che l’apocalisse a Wuhan arriva proprio sulla scia dell’evento dello scorso autunno, la peste suina africana (ASF), che non si era mai visto prima in Cina.

Apparì misteriosamente con l’inizio della guerra commerciale degli Stati Uniti, questa decimò la metà dei maiali cinesi, che raddoppiò i prezzi del maiale e contribuì il raddoppio delle esportazioni statunitensi di carne di maiale in Cina.

C’è stato ancora un terzo misterioso focolaio in Cina, questa volta del tipo di influenza aviaria che è molto più mortale per gli esseri umani che ha spazzato via il pollame cinese nel più terribile dei momenti.

Il Dott. Steven Hatfill, esperto di armi biologiche, afferma che il virus di Wuhan deve ancore seguire il suo corso nella grande Cina continentale, inoltre Steve Bannon (capo consigliere della campagna di Trump e fidato aiutante) ha previsto che tutto ciò schiaccerà la Cina economicamente.

Steven Hatfill

Dovete sapere che eventi di questo calibro, in maniera passiva esortano tutti i paesi a riconsiderare la propria sicurezza e stabilità riguardo le proprie catene di approvvigionamento dalla Cina.

Anche la SARS del 2003 ha avuto un impatto negativo sul PIL cinese del 2%, considerando che il COVID-2019 è molto peggio, penso che la Cina dovrà affrontare ancora non pochi problemi.

Il coronavirus è già riuscito a costringere la Cina a autoimporre la chiusura dei suoi confini e delle sue città, soprattutto le nazioni hanno già fermato i voli per la Cina, compresi gli stessi Stati Uniti.

Nel mondo cominciano tutti a lamentarsi, quasi ad odiare un popolo che alla fin fine è solo rimasto vittima di un piano infernale, del resto lo dimostra il diffondersi su tutti i social dove i cinesi vengono descritti come persone sporche e crudeli, che mangiano e scuoiano qualsiasi tipo di animale.

Cosa può portare tutto ciò?

Secondo Graham T. Allison lo stile di vita americano non è assolutamente negoziabile, e ha predetto la probabilità che questo confronto di un potere emergente con un potere in declino porterà inevitabilmente alla guerra.

Immaginatevi se questo “romanzo horror” che sto raccontando prendesse piede, dove vede gli Stati Uniti coinvolti con la diffusione di questo nuovo virus.

Se la Cina trova prove credibili, allora ci sono un certo numero di cose che la Cina potrebbe fare oltre a ritorsioni con la propria bio-arma.

Potrebbe semplicemente iniziare a costruire l’isola di Huangyan nel Mar Cinese Meridionale, se la Cina militarizzasse l’isola, darebbe alla Cina il controllo totale della regione del Mar Cinese Meridionale.

L’America verrebbe respinta a Guam e sarebbe l’inizio della fine dell’egemonia del petrodollaro (che non avrebbe mai potuto durare per sempre).

La guerra tra Cina e Stati Uniti è inevitabile? Graham Allison

La storia dimostra

La Cina potrebbe subire lo stesso destino dei nativi americani?

La storia ha dimostrato che l’America è stata sempre disposta a spazzare via intera civiltà per mantenere l’egemonia americana, il dominio e la supremazia a tutto spettro.

Tutto ciò dovrebbe essere visto nel più ampio contesto nella cosiddetta trappola di Tucidide, e cioè che stiamo vivendo in una fase storica in cui una potenza a lungo dominante, gli Stati Uniti, deve fronteggiarne una emergente, la Cina.

Come ai tempi dello storico greco Tucidide, quando Atene cresceva e terrorizzava la rivale Sparta. Tra le due città greche scoppiò una guerra.

Oggi c’è questo rischio? Io dico di SI!

Gli Stati Uniti si sono resi conto che la Cina li supererà presto se lo “status quo” non viene modificato, e quindi in maniera machiavellica silente hanno messo in atto il colpaccio del secolo, in primis per paralizzare i piani della Cina e cioè quelli di risalire la catena tecnologia come ad ad esempio è stato con Huawei.

Gli Stati Uniti da sempre stanno cercando di imporre una sorta di colonizzazione sulla Cina, il che però è stato sempre molto difficile da fare, poiché la Cina non tiene truppe e basi statunitensi nel proprio territorio.

Le soverchierie Usa sulla Cina continuano

Il congresso degli Stati Uniti ha accusato TikTok, la famosissima app cinese di social media, di essere una grave minaccia per la sicurezza nazionale, su dati e prove uguali a zero.

Praticamente hanno diffamato pubblicamente la Cina di fronte al mondo cercando di piegare il successo e la popolarità di questa app.

Tutto questo fa parte di quadro più ampio, atto a contenere la continua ascesa della Cina, poiché vediamo che se gli Stati Uniti perdessero l’egemonia, il gioco sarebbe finito … L’America vede le ambizioni cinesi come Made In Cina 2025.

Ma non finisce qui, dopo che la Cina ha firmato un accordo riguardante il litio, per assicurarsi lo sviluppo di batterie per veicoli elettrici, gli Stati Uniti stanno addirittura sanzionando i propri “alleati” come la Germania per aver osato comprare energia dalla Russia … la cosa è parecchio sottile.

Riguardo all’infezione da coronavirus gli Stati Uniti, stranamente hanno prolungato i voli dalla Cina verso gli Stati Uniti in maniera smisurata, secondo la stessa CDC statunitense è stato il provvedimento più pesante degli ultimi 50 anni.

Potremmo star qui a scrivere e leggere per giorni parlando delle linee sottili che uniscono USA e Cina, ma penso che questa “favola” di per se già chiarisca un pò di idee.

Conclusioni

Il sunto del  “romanzo di fantascienza” che vi ho raccontato sono certo che fa parte dei pensieri del governo cinese e ne fa parte da moltissimo tempo, a dirla tutta penso proprio che sia radicato nei loro cuori e nel loro orgoglio.

Questa potenziale guerra biologica occultata, manipolata e silente da parte degli USA, presto potrebbe diventare la guerra convenzionale per eccellenza, e forse anche un giorno una  guerra nucleare.

Queste informazioni come detto sopra sono ampiamente diffuse in Cina, anche i cinesi ordinari cominciano a nutrire sospetti fondati su paesi che hanno intrapreso tutte le azioni per fermare il loro stile di vita.

I cinesi ormai cominciano a diventare consapevoli del fatto che gli americani continuano a prendere di mira guerre di vari livelli, secondo molti è un male, secondo altri è un bene, perchè preferiscono gli USA al posto di un regime autoritario come la Cina.

OK, LA MESSA E’ FINITA ANDATE IN PACE.

web site: BorderlineZ

-

Quanto è stato utile questo post?

Fai clic su una stella per votarla!

Voto medio 4.9 / 5. Conteggio voti: 9

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Siamo spiacenti che questo post non sia stato utile per te!

Miglioriamo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

condividi questo articolo
Share
BorderlineZ

“Non paragonarmi al Diavolo , lui a differenza di me crede in Dio “ :)

Invia il messaggio

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

iscrizione newsletter borderlinez

Tieniti informato iscrivendoti alla nostra Newsletter

Ti informeremo solo per le news riguardanti i nostri articoli

BorderlineZ odia lo spam

ISCRIVITI ADESSO!!!

Share
Share