Quando la CIA svelò i documenti declassificati della Guerra Fredda e degli UFO

5
(3)

La Central Intelligence Agency degli Stati Uniti ha pubblicato online 775 mila documenti per 13 milioni di pagine, declassificate da un decreto presidenziale di Bill Clinton del 1995.

documenti declassificati

L‘archivio contiene informazioni sulle attività della CIA durante la guerra fredda, i conflitti vietnamiti e coreani.

Inoltre nel database è possibile trovare dati sui progetti dell’agenzia per lo studio degli UFO e delle capacità telepatiche umane.

Il tesoro include anche documenti di Henry Kissinger, ex segretario di Stato americano sotto i presidenti Richard Nixon e Gerald Ford, oltre a diverse centinaia di migliaia di pagine di analisi dell’intelligence, ricerca e sviluppo.

Esistono anche file molto insoliti, ad esempio casi di avvistamenti UFO o istruzioni su come e da cui produrre l’inchiostro invisibile.

Dal 2000, l’accesso a questo archivio (CREST – CIA Records Search Tool) è stato possibile solo da quattro computer negli archivi nazionali del Maryland a determinate ore.

Ciò ha creato inconvenienti per i ricercatori.

Progetto Stargate

Anche i documenti del Progetto Stargate, durante i quali sono state studiate le capacità dei sensitivi, sono interessanti.

A quanto pare i fenomeni metafisici e psichici esistono da tempo ai margini della scienza convenzionale e del mondo accademico.

Tutto questo ad un certo punto della storia cambia, quando negli anni ’90 la CIA crea un programma segreto Progetto Stargate, volto ad allenare individui nella scienza esoterica del “Remote Viewing” o visione a distanza, in cui, si è affermato che le persone erano in grado di prevedere le attività in corso e gli eventi futuri in luoghi lontani.

La visione a distanzafu testata sotto rigorose condizioni scientifiche atte ad ottenere  potenziali dati sulle attività straniere come:

  • indicazioni sulle basi militari segrete
  • posizionamento di missili del nemico.

La CIA aveva riconosciuto il potenziale psichico insito nell’uomo, e ha tentato di fruttare queste facoltà speciali hai fini della raccolta di informazione, spesso di natura vitale.

I primi test sono stati fatti dalla Stanford Research Istitute (SRI) in cui sono state condotte indagini approfondite sulla reale capacità della mente umana di trascendere tutti i limiti del tempo e dello spazio.

Uno di questi argomenti era il mago e illusionista israeliano Uri Geller. Le sue abilità sono state studiate nel 1973, quando era già un noto sul palco.

documenti declassificati

Uri Geller

I file del progetto contengono disegni di Geller, che ha cercato di riprodurre ciò che una persona stava disegnando in un’altra stanza, come se “leggesse” i pensieri degli altri.

Alcuni dei suoi disegni sono diversi dall’originale, ma ci sono quelli che li riproducono perfettamente.

Come hanno concluso i ricercatori, Uri Geller ha dimostrato le sue capacità di suscettibilità paranormale in modo convincente e inequivocabile.

documenti declassificati

Nota: Contro di lui si è mosso il prestigiatore James Randi il quale replicò tutti i suoi numeri, giungendo alla conclusione che Geller non fosse altro che un abile prestigiatore.

A quanto pare Geller non è mai stato in grado di replicare le sue esibizioni sotto il controllo di James Randi o di altri prestigiatori esperti.

La causa alla CIA da parte di MuckRock

L’organizzazione MuckRock, che aiuta tutti a richiedere informazioni al governo degli Stati Uniti ai sensi del Freedom of Information Act, ha fatto causa alla CIA nel giugno 2014.

MuckRock ha scritto in una causa che il database non era praticamente disponibile.

La stessa CIA ha riconosciuto che l’accesso a queste informazioni era difficile e la procedura esistente costituiva un ostacolo per molti ricercatori.

La CIA declassificò i file nazisti

Il governo degli Stati Uniti declassificò milioni di pagine di documenti classificati che dimostrano che diversi funzionari del Terzo Reich condannati per criminali nazisti hanno collaborato con i servizi di intelligence in Occidente e in URSS.

Terzo Reich

I documenti sono stati resi pubblici in conformità con la legge sulla divulgazione di dati sui crimini di guerra nazisti, adottata in quell’anno.

In totale, sono stati declassificati circa tre milioni di pagine dai documenti della CIA.

Dimostravano che i dipendenti delle SS e della Gestapo, i cui crimini sono stati dimostrati da un tribunale internazionale.

Tali documenti dimostrano che essi hanno spesso trovato un’accoglienza molto cordiale dalla CIA perché avevano informazioni dettagliate sull’URSS.

Questi materiali dimostrano che gli Stati Uniti hanno mantenuto i contatti con i criminali nazisti.

Non vi è alcun dubbio al riguardo su tutto questo, come ha affermato Thomas Baer, ​​membro di un gruppo governativo che collabora con la CIA per declassificare i documenti.

Ad esempio, la CIA ha collaborato attivamente con Klaus Barbier, soprannominato “Il macellaio di Lione”.

documenti declassificati

Klaus Barbier

Una cosa simile si è verificata nel lavoro del KGB.

Secondo lo storico Richard Breitman, che compilò un’analisi di questi documenti, sei su 14 ufficiali nazisti di calibro minore, tra cui l’ex segretario generale delle Nazioni Unite Kurt Waldheim.

Waldheim in seguito fu condannato per aver lavorato per i nazisti, collaborarono con i sovietici dopo la fine della seconda guerra mondiale.

Cinque di loro erano criminali di guerra.

Datati 1937, dalla CIA, 20 documenti declassificati contengono dati sui leader del Terzo Reich: Hitler, Mengele, Eichmann, Müller.

Riguardo a quest’ultimo, i fascicoli della CIA confutano il mito della sua misteriosa scomparsa in America Latina.

A giudicare da questi documenti, Muller morì nel 1945 e non ebbe alcun contatto con la CIA. Non è chiaro se abbia visto la fine della guerra.

Müller

Per quanto riguarda Hitler, i documenti declassificati pubblicati non forniscono nuove informazioni.

Può essere interessante solo una nota di un chirurgo tedesco del 1937, che ha scritto:

“Finirà la sua vita come il criminale più pazzo che il mondo abbia mai visto.”

Altri documenti declassificati

La US Central Intelligence Agency, ha declassificato 850 documenti segreti dell’era della Guerra Fredda, che sono una miniera d’oro per gli storici di questa era.

I documenti sono stati pubblicati in occasione di una conferenza sulla storia delle relazioni analitiche della CIA sull’Unione Sovietica.

In totale, stiamo parlando di 19.160 pagine che chiunque può ora ottenere nella sala di lettura dell’Archivio Nazionale degli Stati Uniti a College Park vicino a Washington.

Secondo alcuni dipendenti dell’archivio, riferimenti a fonti segrete e metodi di raccolta di informazioni, nonché passaggi che potrebbero rovinare le relazioni tra gli Stati Uniti e altri paesi, sono stati rimossi dai documenti.

web site: BorderlineZ

-

Quanto è stato utile questo post?

Fai clic su una stella per votarla!

Voto medio 5 / 5. Conteggio voti: 3

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Siamo spiacenti che questo post non sia stato utile per te!

Miglioriamo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

condividi questo articolo
Share
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

iscrizione newsletter borderlinez

Tieniti informato iscrivendoti alla nostra Newsletter

Ti informeremo solo per le news riguardanti i nostri articoli

BorderlineZ odia lo spam

ISCRIVITI ADESSO!!!

Share
Share
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x