La NASA decodifica il “messaggio in codice morse” trovato su Marte

5
(2)

La NASA decodifica il “messaggio in codice Morse” trovato sulla superficie di Marte

messaggio di Marte

suolo di Marte

Il messaggio

“NEE NED … DEIBEDH SIEFI EBEEE”

Web Hosting

Sicuramente non possiamo considerare tale frase come facente parte di una potenziale lingua marziana, infatti essa fa parte dell’interpretazione in codice Morse, dei punti e delle linee che sono stati trovati alcuni anni fa nelle dune scure vicino al polo nord di Marte.

Tale interpretazione è stata fatta dalla United States Aerospace Agency della NASA .

Questo codice tipico nelle sabbie di Marte è stato rilevato dagli scienziati il 6 febbraio 2016, le foto scattate mostrano la topografia unica della regione con chiarezza e dettaglio, ciò ha permesso di “tradurre” il ” messaggio “.

Lo scalpore nel mondo dell’ufologia

Logicamente tale vicenda ha suscitato forte emozione tra alcuni credenti UFO e teorici della cospirazione, in realta i punti e le linee di quella specifica regione marziana si sono formati naturalmente, proprio come accade con le dune qui sulla Terra che vengono scolpite dalla direzione del vento .

dune di Marte – img. NASA

Comunicato stampa della Nasa

In un comunicato stampa la NASA ha spiegato che il marcato rilievo dei motivi su quella duna è dovuto al fatto che si trova all’interno di una particolare topografia, una depressione circolare probabilmente formata dall’impatto di un asteroide e che ha una quantità limitata di sabbia che può essere spazzata dal vento.

Il risultato sono le linee e i punti distintivi catturati dalla telecamera HiRISE ( High Resolution Imaging Science Experiment ) a bordo del Mars Reconnnaissance Orbiter , che ha fotografato il Pianeta Rosso dall’orbita durante l’ultimo decennio.

Da tali immagini si è potuto chiarire gran parte della complessità dei modelli di vento su Marte .

I venti di Marte

Le lunghe “linee” sono formate da venti bidirezionali , il che significa che sono venti che soffiano ad angolo retto contro la duna.

Nel tempo, il vento che soffia da una direzione o dall’altra sparge il materiale come un imbuto sotto forma di lunghe linee scure che ora e stato possibile vedere grazie alle immagini dettagliate.

Per quanto riguarda i “punti”, noti come dune “barcanoidi” , diciamo invece che sono un po ‘più misteriosi.

Anche gli scienziati della NASA non sono abbastanza sicuri di cosa tratti di preciso, questo è il particolare motivo delle foto scattate in quella regione.

La scienziata planetaria della NASA Veronica Bray è colei che ha tradotto il messaggio in codice Morse, come scritto all’inizio di questo articolo il codice sulle sabbie di Marte dice:

NEE NED ZB 6TNN DEIBEDH SIEFI EBEEE SSIEI ESEE SEEE !!

Ciò logicamente è stato fatto per gioco, ma una seria interpretazione scientifica delle sabbie di Marte può aiutarci a capire meglio come potrebbe essere vivere su una futura base terrestre sul Pianeta Rosso.

web site: BorderlineZ

-

Quanto è stato utile questo post?

Fai clic su una stella per votarla!

Voto medio 5 / 5. Conteggio voti: 2

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Siamo spiacenti che questo post non sia stato utile per te!

Miglioriamo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

condividi questo articolo
Share

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

iscrizione newsletter borderlinez

Tieniti informato iscrivendoti alla nostra Newsletter

Ti informeremo solo per le news riguardanti i nostri articoli

BorderlineZ odia lo spam

ISCRIVITI ADESSO!!!

Share
Share