Aforismi, frasi e citazioni sul coronavirus

5
(1)

Di seguito una raccolta di aforismi, frasi e citazioni che riguardano il Coronavirus e il Covid-19 recuperata da vari social #AndraTuttoBene

frasi coronavirus

Web Hosting

Mi ha chiamato il padrone di casa per l’affitto, gli ho risposto andra tutto bene, #IoRestoaCasa (da facebook)

Quando finirà tutto questo avrò solo voglia di starmene un po’ tranquillo a casa.
(Anonimo)

Restate a casa! È durante la quarantena, in piena epidemia di peste, che Shakespeare scrisse il Re Lear e Newton scoprì la forza di gravità.
(Anonimo)

Leggo ancora chi fa sofismi e polemiche sulla limitazione delle nostre libertà personali.
Una volta per tutte: non è un esame di diritto costituzionale, è una fottuta emergenza sanitaria da cui dipende il nostro futuro!!
State a casa e smettetela di rompere.
(Matteo Grandi)

La quarantena non è uguale per tutti.
Dipende dai metri quadri, da balconi e terrazze, dai computer disponibili per le lezioni dei figli, dagli abbonamenti streaming e dalla capacità di tenere il frigo pieno non lavorando.
Chè persino ingannare il tempo a far torte è lusso non per tutti.
(anna_salvaje, Twitter)

Rimaniamo distanti oggi per abbracciarci domani.
Fermiamoci oggi per correre più veloci domani.
(Giuseppe Conte)

Lascia il virus fuori dalla porta. Resta a casa.
(Anonimo)

Non è un’influenza, vi prego state tappati in casa.
(Roberto Burioni)

15 giorni valgono una vita. Fermiamoci ora o ci fermeremo per sempre!
(Anonimo)

Distanti, ma uniti.
(Anonimo)

Non finirà ma se riportiamo l’epidemia sotto controllo poi potremo combatterla con altre armi e non solo con lo stare tappati in casa. Sono giorni decisivi e dobbiamo tenere duro, sapendo però che se vinciamo il futuro sarà nostro. Non sarà facile, ma possiamo farla andare bene.
(Roberto Burioni)

Ognuno di noi, con il suo comportamento, garantisce del tempo alla sanità per aprire nuovi letti in terapia intensiva, ai medici per trovare nuove terapie, ai ricercatori per scoprire nuovi farmaci. Nessuno si può tirare indietro.
(Roberto Burioni)

Ricordiamoci che ai nostri nonni fu ordinato di andare in guerra… A noi stanno chiedendo di stare seduti sul divano!
(da facebook)

La vita sulla Terra è a crescente rischio di essere spazzata via da una catastrofe, come ad esempio una improvvisa guerra nucleare globale, un virus geneticamente modificato o altri pericoli a cui non abbiamo ancora pensato.
(Stephen Hawking)

Il 60% delle infezioni che ci tormentano sono di origine animale e le relazioni pericolose tra noi e gli animali ci stanno trasformando in reciproci mostri.
(David Quammen)

Covid 19 è figlio del traffico aereo ma non solo: le megalopoli che invadono territori e devastano ecosistemi creando situazioni di grande disequilibrio nel rapporto uomo-animale.
(Ilaria Capua)

Ma quelli che cercano sempre scuse per andare in giro cosa non capiscono della frase “Restate a casa”?
(Anonimo)

A volte devi stare lontano dalle persone che ami, ma non significa che le ami di meno, a volte questo te le fa amare ancora di più.
(Nicholas Sparks)

Torneremo a toccarci senza paura. Fino ad allora, nulla ci vieta di pensarci fortissimo (e magari farcelo sapere).
(Anonimo)

Bisogna evitare i contatti personali. È una sorta di nuova resistenza che dobbiamo fare contro questo tiranno. Ci vuole costanza, ci vuole volontà. È un sacrificio, ma pensiamo a ciò che hanno fatto le altre generazioni. Adesso tocca a noi.
(Roberto Burioni)

Un tiranno ha sconvolto la nostra vita, e si chiama coronavirus. Resisteremo e combatteremo ovunque, nelle case, nei luoghi di lavoro. Aiutando i più deboli e sacrificandoci per un domani migliore. E poi ci rifaremo. Coronavirus, non vincerai. Ne abbiamo cacciati di peggiori.
(Roberto Burioni)

Che poi alla fine questo grande sacrificio richiesto è di rimanere a casa, al caldo, davanti a Netflix, mica di andare a raccogliere pomodori nei campi a ferragosto.
(Selvaggia Lucarelli)

Tutti con mascherine, tranne medici e infermieri che ne hanno un disperato bisogno, e non ne trovano più. Chi ha scorte, le dia al proprio medico! A noi non servono, a loro sì.
(RobiVil, Twitter)

Il mio tampone è positivo..
Finisce così la mia possibilità di continuare ad aiutare i colleghi in ospedale..
Sono triste..
State a casa..
L’unica cosa che posso dire..
(LillasimLisa, Twitter)

Cerco di saltare il bollettino quotidiano dell’emergenza coronavirus. E’ fatto di numeri, ma dietro quei numeri ci sono persone, parenti, amici, lacrime, sofferenza indicibile, solitudine. Non ce la faccio.
(Roberto Renga)

Possono separarci una porta, un balcone, una strada. Ma niente e nessuno potrà separare i nostri cuori.
(Giuseppe Conte)

Non possiamo abbassare la guardia. Stiamo combattendo la sfida più importante degli ultimi decenni, la più grave dal dopoguerra e per vincerla serve il contributo responsabile di 60 milioni di italiani.
(Giuseppe Conte)

Tutte queste rinunce ci serviranno per prendere la rincorsa e ritornare presto tra le braccia dei nostri cari, dei nostri amici. Stiamo rinunciando alle abitudini più care, lo facciamo perché amiamo l’Italia ma non rinunciamo al coraggio e alla speranza. Uniti ce le faremo.
(Giuseppe Conte)

Preghiamo insieme per i medici, il personale ospedaliero, i volontari che stanno dando la propria vita per salvare gli altri. E per le autorità, per chi deve prendere decisioni in questo momento. Tutte queste persone sono le colonne che ci difendono in questa crisi.
(Papa Francesco)

Siamo tutti fragili in questo momento. Ognuno usa gli strumenti che ha. Non irridete gli altri, non è il momento. L’empatia va coltivata in questi giorni, ce ne servirà tanta.
(kabara79, Twitter)

Ci sono decenni in cui non succede nulla
e ci sono settimane in cui accadono decenni.
(Lenin)

Oh mi raccomando, appena i contagi saranno in calo tutti a festeggiare fuori per far ripartire un secondo picco. Perché si sa che gli idioti si devono far sempre riconoscere.
(masse78, Twitter)

Quando tutto questo sarà finito, una sola domanda non mi darà pace: DOVE AVEVO PARCHEGGIATO LA MACCHINA???
(cicciogia, Twitter)

Ma ve lo ricordate quando stava letteralmente andando a fuoco l’Australia e abbiamo pensato “peggio di così non si può”?
(Caranellevigne, Twitter)

Il 2019 non era poi così male. Non si potrebbe riaverlo indietro?
(Anonimo)

Io proverei a spegnere e a riavviare il 2020.
(da Twitter)

C’è gente che da quando è arrivato il Coronavirus sono nove volte che assalta i supermercati. Tipo sentono una notizia e la moglie “Amò devi assaltare” “Minchia ma di nuovo? Abbiamo già 98 chili di cotolette e 898 pacchi di pasta” “No amò assalta, non discutere” “Ok vado”
(Ty_il_nano, Twitter)

Tu, tu che compri ventotto pacchi di pasta. Tu che cerchi l’amuchina al mercato nero. Tu che progetti la fuga di tuo figlio da una regione dove ci sono 10 positivi al coronavirus.
Tu non venire mai più a disprezzare chi fugge da guerre e fame vera.
(ManginoBrioches, Twitter)

Che tempi… Giovani ai balconi che si incazzano con gli anziani che non tornano a casa.
(Anonimo)

Siete andati a sciare, avete continuato a fare aperitivi di gruppo, a portare i bambini alle feste in ludoteca nonostante le scuole chiuse ad ammassarvi per un firmacopie.
Ecco, adesso hanno di fatto chiuso un paese per manifesta irresponsabilità dei cittadini.
Soddisfatti?
(Matteo Grandi)

Non dovete spiegare agli italiani come ci si lava le mani, dovete spiegargli la differenza tra stare in “quarantena” e stare in vacanza.
(AndreaMinuz, Twitter)

Il coronavirus non è un meteorite che si sta arrivando in testa. E’ come essere in un’auto che sta andando contro un muro, basta premere il freno e siamo salvi. Ma il pedale dobbiamo premerlo tutti insieme, in 60 milioni di italiani. Nessuno alzi il piede!
(Roberto Burioni)

I decreti, le ordinanze, sono importanti, ma ancora di più lo sono i comportamenti di ognuno di noi. Sappiamo di chiedere sacrifici molto seri, ma sono indispensabili per battere finalmente questo virus.
(Roberto Speranza)

Ho fatto un patto con la mia coscienza. Al primo posto ci sarà sempre la salute degli italiani. L’Italia rimarrà sempre unica.
(Giuseppe Conte)

Mai come adesso l’Italia ha bisogno di essere unita. Sventoliamo orgogliosi il nostro Tricolore. Intoniamo fieri il nostro Inno nazionale. Uniti, responsabili, coraggiosi.
(Giuseppe Conte)

La scemenza più acuta che si sente -dopo “è solo un’influenza” che ormai è stata smentita dalla dura realtà – è “non è morto per il coronavirus ma con il coronavirus”.
(Roberto Burioni)

Cosa si può fare per le persone che soffrono e muoiono senza nemmeno la presenza accanto o la comunicazione con i propri cari, se non pregare per loro?
(Christian Raimo)

Mettiamola così: non è soltanto un virus.
È uno stress test per mettere alla prova la nostra intelligenza e il nostro senso civico. Se non capiamo che vanno rispettate misure e restrizioni vince lui. Se lo capiamo vinciamo noi.
(Matteo Grandi)

Un 31enne di Como è stato fermato per strada dai carabinieri.
Gli hanno chiesto l’autocertificazione.
C’era scritto che era uscito “per andare a caccia di Pokémon”.
C’è una cosa che mi chiedo da anni, senza avere risposta:
Esiste un limite alla stupidità umana?
(Pietro Raffa)

Guarda che ti ho visto che metti la spazzatura nei sacchetti piccoli per uscire più spesso!
(da facebook)

Sto insegnando al gatto a dire “bau” per poterlo portare fuori
(Zziagenio78, Twitter)

Non spendevo € 0,00 tra venerdì e sabato sera da quando avevo 4 anni.
(StefWillard, Twitter)

Avete dato un milione al mese ai calciatori e 1300 euro ai biologi ricercatori.
Adesso fatevi curare dai calciatori.
(Anonimo)

I NUOVI COMANDAMENTI:
1) Lavati spesso le mani
2) Non toccarti la faccia
3) Stai ad un metro di distanza
4) Tossisci nel gomito
5) Non dare la mano
6) Evita posti affollati.
7) Usa la mascherina
8) Utilizza gel disinfettanti
9) NON USCIRE
10) STAI A CASA.
(masse78, Twitter)

Mia figlia sta suonando da due ore il flauto.
Mettete nel decreto che non si può suonare il flauto, vi prego.
(Swanito75, Twitter)

Appello alle ragazze:
Quest’estate ricordatevi che gli uomini con la pancia sono quelli seri che hanno rispettato la quarantena.
(ioconsigliere, Twitter)

Noi, in quarantena, senza animali domestici non sappiamo a chi donare affetto, questo pomeriggio ho fatto una carezza al telecomando, ma non è la stessa cosa.
(Tremenoventi, Twitter)

Avete a disposizione libri, smartphone, Tv, piattaforme streaming, videochiamate, ricette culinarie, palestra in casa, svaghi di ogni tipo… e davvero non sapete come passare il tempo? A mia nonna bastano lana e uncinetto ed è felice. Prendiamo esempio.
(VirginiAvve, Twitter)

Siamo passati dal sentirci soli stando in mezzo alla gente, al sentirci uniti stando ognuno per conto suo.
(Matteo Grandi)

Ogni tanto un uccello si posa sul davanzale e ci guarda compassionevole, si vede che vorrebbe aprirci la gabbietta ma sa che fuori non ce la caveremmo.
(Olli_gu, Twitter)

web site: BorderlineZ

-

Quanto è stato utile questo post?

Fai clic su una stella per votarla!

Voto medio 5 / 5. Conteggio voti: 1

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Siamo spiacenti che questo post non sia stato utile per te!

Miglioriamo questo post!

Dicci come possiamo migliorare questo post?

condividi questo articolo
Share

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

iscrizione newsletter borderlinez

Tieniti informato iscrivendoti alla nostra Newsletter

Ti informeremo solo per le news riguardanti i nostri articoli

BorderlineZ odia lo spam

ISCRIVITI ADESSO!!!

Share
Share