In Africa sono state trovate zebre a pois con il manto dorato

Causa una serie di mutazioni genetiche, probabilmente dovute alla consanguineità, sono state avvistate e studiate particolari zebre dal manto dorato e a pois.

zebra a pois

img. dal web

Anche se questo tipo di mutazioni da un certo punto di vista potrebbero essere simpatiche e particolari, non sono sicuramente mutazioni innocue, infatti sono molto pericolose dal punto di vista evolutivo, ciò secondo uno studio condotto da un gruppo di ricercatori dell’Università della California a Los Angeles.

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Molecular Ecology e a essi è stato dedicato un servizio sul National Geographic.

Lo studio

Durante gli studi del caso, i ricercatori hanno eseguito dei test sul DNA delle zebre per capire le anomalie genetiche che hanno colpito vari esemplari.

Il team di ricercatori ha analizzato il DNA di circa 140 esemplari, provenienti da nove parchi nazionali in Africa.

Curiosità: Il DNA fu inizialmente isolato dal biochimico svizzero Friedrich Miescher, il quale, nel 1869, individuò una sostanza microscopica contenuta nel pus di bende chirurgiche utilizzate. Dal momento che tale molecola aveva la sua localizzazione nel nucleo, egli la chiamò nucleina.[5] Nel 1919 Phoebus Levene individuò la struttura del nucleotide, composta da base azotata, zucchero e fosfato.[6] Levene suggerì che il DNA consistesse in un filamento di nucleotidi legati tra loro attraverso i fosfati.

fonte: Wikipedia

Brenda Larison dell’Università della California a Los Angeles spiega che molto probabilmente la frammentazione e la riduzione del loro habitat naturale ha portato le zebre ad aumentare la consanguineità, per cui si prevede un pericoloso futuro per la stessa specie, infatti la mancanza di diversità genetica porta a difetti genetici.

Anche secondo il National Geographic, circa 500 mila zebre sono state influenzate dal restringimento e dalla frammentazione dell’habitat che costringe gli animali a circoscriversi in aree più piccole.

zebra a pois

img. dal web

Le famose strisce nere delle zebre si sono evolute per facilitare il processo di mimetizzazione degli animali nella pianura, con queste anomalie genetiche del manto, si rischia che in un prossimofuturo  gli animali potrebbero essere molto più evidenti ai predatori.

La Larison inoltre spiega che la salute genetica degli animali deve essere sempre salvaguardata,  per evitare difetti congeniti, che possono portare a gravi malattie e infertilità.

web site: BorderlineZ

0 0 voti
Vota l'articolo

E’ la prima volta che sei su BorderlineZ ?

Se ti è piaciuto l’articolo mi raccomando, torna a trovarci e iscriviti alla notra newsletter gratuita per rimanere informato. Commenta anche l’articolo se lo ritieni utile. Ufologia, Paranormale, Mistero, Complotto, Cronaca tradizionale etc.

Dai un’occhiata ai nostri ultimi video su YOUTUBE

  1. Strane morti di UFOLOGI famosi - BorderlineZ
    Source: Video su ufo e alieni BorderlineZ Published on 2 hours ago By BorderlineZ Official Channel
  2. lo strano caso delle pecore che girano in cerchio da giorni
    Source: Video su ufo e alieni BorderlineZ Published on 4 days ago By BorderlineZ Official Channel
  3. Il mistero della BASE 211 dei nazisti - BorderlineZ
    Source: Video su ufo e alieni BorderlineZ Published on 5 days ago By BorderlineZ Official Channel
  4. Il mistero di Saqqara in Egitto - BorderlineZ
    Source: Video su ufo e alieni BorderlineZ Published on 8 days ago By BorderlineZ Official Channel
  5. Il mistero del Gigante di Atacama #atacama #gigante
    Source: Video su ufo e alieni BorderlineZ Published on 10 days ago By BorderlineZ Official Channel
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
0
Commenta l'articolox