L’avvistamento UFO dei coniugi Johnson vicino Agoura (California)

Questo caso riguarda l’avvistamento da parte dell’ingegnere Clarence Johnson e della moglie Althea che osservarono un enorme oggetto volante sopra il Pacifico dalla loro casa ad Agoura. Lo stesso oggetto fu osservato dall’equipaggio di un aereo che effettuava un test di volo.

Il 16 dicembre, Johnson e sua moglie Althea stavano visitando il loro ranch vicino ad Agoura, in California, situato su una collina non lontano da una struttura per test di aerei e missili.

Durante il pomeriggio, verso le 17:00, Johnson metre osservava dalla finestra il tramonto, notò un oggetto di forma ellittica muoversi nel cielo in direzione del promontorio di Pt Mugu.

La prima cosa che pensò, fu quella che si trattasse di una nube lenticolare, o al massimo di una scia di fumo lasciata da un aereo, ma stranamente questa rimase ferma e invariata per molti minuti.

Nota: L’altocumulus lenticolaris (in italiano altocumulo lenticolare), è un tipo di altocumulo caratterizzato da una tipica forma a lente; queste nubi sono spesso associate alla formazione di un’onda orografica (mountain wave), fenomeno che può risultare molto pericoloso per il volo.

Particolare tipo di nube lenticolare

Johnson a questo punto chiamò la moglie e gli chiese di portargli binocolo, uscito fuori vide che l’oggetto aveva cominciato a muoversi, allontanandosi da lui. L’oggetto sembrava molto grande e distante e si muoveva velocemente.

L’aereo Lockheed

Guarda caso nello stesso arco di tempo, un aereo WV-2 era in volo di prova lungo la costa di Los Angeles. Il WV-2 era un grande aereo quadrimotore dotato di enormi contenitori che ospitavano antenne radar, progettato per volare tragitti molto lunghi al largo delle coste del Nord America e per fornire il rilevamento a lungo raggio dei bombardieri sovietici in arrivo.

Ai comandi c’erano Rudy Thoren e Roy Wimmer, assistiti da Joseph F. Ware, Charlie Grugan, un altro pilota veterano della compagnia, e il capo aerodinamico della Lockheed, Philip A Colman.

WV-2

L’avvistamento

Durante il volo, verso le 16:58, appena al largo della costa di Long Beach, Roy Wimmer notò una forma scura davanti a loro a circa 14.000 piedi di altitudine.

Dopo averlo guardato per alcuni istanti e aver notato che non si muoveva, lo indicò scherzosamente a Thoren, dicendo: “Attento, c’è un disco volante”. Thoren girò leggermente il WV-2 a destra per dirigersi verso l’oggetto. Anche gli altri membri dell’equipaggio videro l’oggetto e lo osservarono per qualche minuto con crescente senso di curiosità. Sembrava essere un aereo molto grande di qualche tipo, ma poiché rimase fermo e invariato nella forma per almeno cinque minuti, divennero sempre più sospettosi.

A questo punto Thoren cominciò a volare verso di esso a circa 225 mph per un po’ di tempo, ma sembrava quasi come non guadagnare mai terreno sull’oggetto sconosciuto. Wimmer, che era meno occupato con le attività di pilotaggio ed era in grado di tenere costantemente d’occhio l’oggetto, commentò che lo stesso sembrava come allontanarsi.

Tutti ebbero l’impressione che si trattasse di un oggetto molto grande a una distanza abbastanza considerevole.

Nel corso delle settimane successive ciascuno dei piloti scrisse un dettagliato resoconto personale del caso, da ciò fu presentata una lettera indirizzata al “Gruppo d’indagine dell’aeronautica sui dischi volanti” a Wright Field.

Considerazioni che derivarono dall’avvistamento

Sebbene l’avvistamento non sia stato molto drammatico rispetto a molti altri rapporti UFO, ciò che lo rende particolarmente insolito è che si trattò di un avvistamento diurno di lunga durata. Inoltre a differenza di molti eventi UFO sensazionalistici, queste osservazioni furono registrate in modo calmo e professionale dai testimoni, la cui competenza era indiscutibile o quasi.

Nel suo resoconto Johnson scrive:

“Devo anche affermare che circa due anni fa la signora Johnson ed io abbiamo visto un oggetto che credevo all’epoca, e continuo a credere, fosse un piattino, volare a ovest di Brents Junction, in California, in una notte molto buia. Non ho visto l’oggetto in sé, ma ho visto una fiamma o un’emanazione chiaramente definita, come mostrato nello schizzo allegato. Questo oggetto stava viaggiando da est a ovest ad altissima velocità e senza rumore. La fiamma o emanazione era di un bellissimo azzurro chiaro, con bordi estremamente ben definiti. La mia prima impressione è stata che si trattasse di un aereo in postcombustione, ma l’assenza di rumore e la pura diffusione della fiamma hanno eliminato completamente questa possibilità.”

Tutte le immagini di questo articolo sono state prese dal web ai fini illustrativi

Fonte: Nicap

web site: BorderlineZ

0 0 voti
Vota l'articolo

E’ la prima volta che sei su BorderlineZ ?

Se ti è piaciuto l’articolo mi raccomando, torna a trovarci e iscriviti alla notra newsletter gratuita per rimanere informato. Commenta anche l’articolo se lo ritieni utile. Ufologia, Paranormale, Mistero, Complotto, Cronaca tradizionale etc.

Dai un’occhiata ai nostri ultimi video su YOUTUBE

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

iscrizione newsletter borderlinez

Tieniti informato iscrivendoti alla nostra Newsletter

Ti informeremo solo per le news riguardanti i nostri articoli

BorderlineZ odia lo spam

ISCRIVITI ADESSO!!!

0
Commenta l'articolox
()
x