Yonaguni: Il Mistero del Sito Sommerso

Yonaguni
Mura di Yonaguni foto: Vincent Lou from Shanghai, China – DSC02876

La Scoperta

La scoperta del sito sommerso di Yonaguni si deve a Kihachiro Aratake, un istruttore di immersioni subacquee che notò per la prima volta le strutture nel 1987. Il sito si trova a circa 25 metri sotto il livello del mare, vicino alla costa meridionale dell’isola di Yonaguni. Le strutture includono formazioni simili a terrazze, gradinate e pilastri che sembrano organizzati in modo troppo ordinato per essere completamente naturali.

Caratteristiche delle Strutture

Le strutture sommerse di Yonaguni presentano una serie di caratteristiche che le distinguono:

Le Formazioni Geometriche di Yonaguni: Un Approfondimento

Il sito sommerso di Yonaguni è caratterizzato da una serie di formazioni geometriche che, a prima vista, sembrano suggerire l’intervento umano. cerchiamo di analizzare più dettagliatamente alcune delle formazioni più significative:

Le Terrazze

Le terrazze sono tra le strutture più impressionanti del sito. Queste piattaforme rettangolari sono disposte su livelli diversi, ricordando i gradoni di una piramide a gradoni. Ogni terrazza misura diverse decine di metri in larghezza e lunghezza, con altezza variabile. Le superfici delle terrazze sono sorprendentemente piatte, e i loro bordi sono rettilinei, caratteristiche che suggeriscono una lavorazione intenzionale.

Particolare della struttura – foto: Vincent Lou from Shanghai, China – DSC02829

Le Gradinate

Un’altra caratteristica distintiva del sito di Yonaguni sono le gradinate, che sembrano scalinate scolpite nella roccia. Questi gradoni hanno un’altezza uniforme e sono disposti in modo regolare, simili a quelli che si trovano in antichi templi e strutture cerimoniali. La precisione delle gradinate è uno degli elementi che alimentano la teoria che queste formazioni possano essere di origine artificiale.

yonaguni
Foto: Melkov – Opera propria

Le Pareti Verticali

Le pareti verticali del sito sono alte fino a 10 metri e si estendono per lunghe distanze. Queste pareti, come le altre strutture, presentano bordi netti e superfici lisce. Alcune di queste pareti si incontrano ad angolo retto, formando configurazioni che ricordano i muri di edifici antichi.

I Pilastri

I pilastri sono strutture verticali, alcune delle quali sembrano essere staccate dalle altre formazioni. Questi pilastri variano in altezza e diametro, ma molti di essi hanno una sezione trasversale simmetrica e sembrano essere stati scolpiti con cura. Alcuni pilastri sono inclinati, il che potrebbe indicare un’attività tettonica successiva alla loro creazione.

I Canali e i Fori

Oltre alle grandi strutture, sono stati trovati anche canali stretti e fori che attraversano le formazioni rocciose. I canali sembrano essere stati scavati con precisione, e alcuni fori hanno un aspetto cilindrico perfetto, che potrebbe essere stato ottenuto solo con l’uso di utensili.

I sostenitori dell’origine artificiale indicano la regolarità e la precisione delle formazioni come prova di un’antica ingegneria. Le linee rette, gli angoli precisi e le superfici levigate potrebbero essere il risultato di strumenti e tecniche di lavorazione della pietra. La presenza di strutture che sembrano avere uno scopo specifico, come i canali e i fori, rafforza questa teoria.

yonaguni
Melkov – Opera propria

Nota: Da considerare anche il fatto che nelle vicinanze sono stati scoperti altri manufatti, come canali e fori che sembrano essere stati realizzati dall’uomo.

Controversie e dibattiti

Il dibattito sulla natura delle strutture di Yonaguni è acceso e non risolto. La mancanza di prove concrete e la difficoltà di condurre ricerche subacquee dettagliate rendono difficile trarre conclusioni definitive. Alcuni archeologi criticano le affermazioni di Kimura come non scientificamente fondate, mentre altri sostengono che la scoperta meriti ulteriori studi.

Da un lato abbiamo geologi e scienziati che ritengono che le formazioni di Yonaguni siano il risultato di processi naturali, come l’erosione marina e i movimenti tettonici. Secondo questa teoria, le formazioni potrebbero essere state modellate da fenomeni naturali nel corso di migliaia di anni, creando strutture che possono sembrare artificiali all’occhio umano.

Dall’altro lato, tra cui il geologo Masaaki Kimura, si sostiene che le strutture siano di origine umana. Kimura ha identificato quelli che ritiene essere segni di utensili e incisioni che indicano la presenza di una civiltà antica, forse databile a oltre 10.000 anni fa. Questa teoria suggerisce che Yonaguni potrebbe essere un sito di una città sommersa, parte di una civiltà avanzata di cui non abbiamo altre tracce.

Conclusioni

Se le strutture di Yonaguni fossero davvero di origine umana, questo cambierebbe radicalmente la nostra comprensione della storia delle civiltà antiche. Potrebbe indicare la presenza di una cultura avanzata in Asia orientale molto prima di quanto si pensasse.

Il sito sommerso di Yonaguni rimane uno dei misteri archeologici più affascinanti del nostro tempo. Che si tratti di una formazione naturale straordinaria o di una testimonianza di una civiltà perduta, continua a stimolare l’interesse e la curiosità di ricercatori e avventurieri. Ulteriori studi e ricerche potrebbero un giorno svelare i segreti nascosti sotto le acque dell’oceano, ma per ora, Yonaguni continua a mantenere il suo enigmatico silenzio.

web site: BorderlineZ

Altri articoli di BorderlineZ
Il mistero della Pietra di Palermo – Dei, semidei o extraterrestri?

In varie parti del mondo, gli egittologi hanno trovato e studiato particolari reperti che fanno pensare, che la nostra storia almeno Read more

La Misteriosa Mappa di Piri Reis

Le mappe antiche sono spesso avvolte in un alone di mistero, suscitando interrogativi sulla conoscenza geografica del passato e stimolando Read more

Le pietre di ICA
pietre di ICA

In Perù nella piccolissima città di Ica, il medico Javier Cabrera Darquea custodisce  nel suo museo personale, oltre 20.000 pietre Read more

Russia, dopo 60 anni viene riaperto il caso sul massacro del passo di Djatlov
Corpi trovati sul passo di Djatlov

"Se potessi rivolgere a Dio una sola domanda, gli chiederei: che cosa è veramente successo ai miei amici quella notte?". Read more

0 0 voti
Vota l'articolo

Chat ufficiale BorderlineZ

Novità: E' disponibile il nuovo canale Telegram al seguente link:

BorderlineZ_Channel, si uno dei primi a iscriverti.

La navigazione in questo sito e totalmente gratuita, non chiederemo mai soldi o offerte (tramite paypal) a nessuno. Ma siccome mantenere un sito come questo ha i suoi costi ti chiediamo solo un piccolo favore, se ti piace BorderlineZ condividi più che puoi in nostri articoli nei vari social, per noi sarebbe molto importante. - Grazie e buona Navigazione

Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere sempre informato

E’ la prima volta che sei su BorderlineZ ?

Se ti è piaciuto l’articolo mi raccomando, torna a trovarci e iscriviti alla notra newsletter gratuita per rimanere informato. Commenta anche l’articolo se lo ritieni utile. Ufologia, Paranormale, Mistero, Complotto, Cronaca tradizionale etc.

Dai un’occhiata ai nostri ultimi video su YOUTUBE

  1. La Foresta più Misteriosa del Mondo, Hoia Baciu
    Source:Video su ufo e alieni BorderlineZ Published on 2 months ago By BorderlineZ Official Channel
  2. Attentato in Russia - Annuncio a tutti gli idioti
    Source:Video su ufo e alieni BorderlineZ Published on 2 months ago By BorderlineZ Official Channel
  3. Sindrome dei Forza Giorgia, la favola completa
    Source:Video su ufo e alieni BorderlineZ Published on 3 months ago By BorderlineZ Official Channel
  4. Il mistero del Disco di Colgante - BorderlineZ
    Source:Video su ufo e alieni BorderlineZ Published on 5 months ago By BorderlineZ Official Channel
  5. Le Chiavi di Salomone, evocare e comandare i Demoni
    Source:Video su ufo e alieni BorderlineZ Published on 5 months ago By BorderlineZ Official Channel
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti
0
Commenta l'articolox